CHEMIOTERAPIA? I medici che la mettono in discussione vengono sospesi!

Purtroppo oggi c’è una vera dittatura governata dal business, la medicina come cura non esiste più, bisogna solamente prescrivere farmaci, vaccini, chemioterapia a iosa e poi se funzionano o no, se ti ammazzano o no, non è un problema perché tanto si è seguito il protocollo.

Si vuole togliere ai medici il diritto di personalizzare la cura ad ogni paziente, di poter decidere quale strada terapeutica seguire sulla base del proprio cervello funzionante, sugli studi e le conoscenze degli effetti collaterali e diretti delle sostanze…

Auret consiglia la lettura dell’Articolo del giornalista Maurizio Blondet.