PERCHÉ OBBLIGARE TUTTI?

 
 
È giunto il momento di comprendere che le questioni relative alle politiche di vaccinazione vanno ben oltre il rischio di possibili complicanze dell’influenza o del morbillo. Una politica di obblighi e supervisione globale, associata a un’anormale concentrazione di potere, condotta senza trasparenza o controllo indipendente, con misure di censura e, in definitiva, la possibilità di sperimentare programmi di eugenetica e transumanisti è una situazione altamente allarmante. Un dibattito aperto su demografia, contraccezione o modificazione genetica deve essere possibile, ma la cosa più urgente è salvaguardare i nostri diritti e le nostre libertà fondamentali.
 
Una rassegna di informazioni e fonti
di Senta Depuydt (Per gentile concessione della redazione dell’edizione francese di Nexus Magazine, tratto dal nr. 121)
 

VACCINI, DATI EUROBAROMETRO: BOOM DI DIFFIDENZA SU SICUREZZA PER CAMPAGNE PRO-VACCINAZIONI

Se la gente non si fida dei vaccini forse non è colpa dei social o di pseudoscienziati imbonitori, dei vaccini commercializzati prima della fine delle sperimentazioni o dei media dove troppo presto si ricollegano morti sospette a lotti di particolari case farmaceutiche.
 
La fiducia nei vaccini, secondo il rapporto Eurobarometro di marzo 2019, sembrerebbe essersi incrinata nella popolazione tutta in un anno, il 2018. 
 
Una ricerca presentata all’Università Statale di Milano al convegno “Scienza e Dogmi” 
 
 
Articolo apparso su Doctor33