Archivi categoria: Medicine non convenzionali

Ciò che non può essere brevettato (prodotti naturali, terapie manuali, esercizio fisico, alimentazione, meditazione, terapie psicologiche, etc.) non viene prescritto dai Medici

Intervista al Professor Bottaccioli, presidente e fondatore della SIPNEI (Società Italiana di Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia

 

“Il sistema immunitario è influenzato dalla Psiche…

L’iper-specializzazione crea problemi crescenti di diagnosi e cura…

Ciò che prima era visto come apparato a se stante ora determina e si plasma in relazione al resto dell’organismo…

Nella storia recente, la pratica medica, ha dimostrato molte volte che studiare l’organo isolato o agire su determinate molecole singolarmente porta a risultati medici modesti soprattutto nelle patologie croniche..

La ricerca scientifica è pesantemente condizionata dagli investimenti dei produttori di farmaci che .. ha, come scopo, la ricerca di prodotti brevettabili…

Ciò che non può essere brevettato  -prodotti naturali, terapie manuali, esercizio fisico, alimentazione, meditazione, terapie psicologiche etc (e soprattutto, aggiungiamo noi di Auret, rimedi non farmaceutici) – non entra nei disegni di ricerca, non viene studiato e così non entra nei protocolli di cura…

La farmacologia non può essere l’unico approccio, per questo spesso dà risultati modesti.

Solo con questo approccio si possono raccogliere dati più completi (anamnesi), osservare l’insieme delle manifestazioni e proporre una cura a misura del paziente.

Questo confligge apertamente con il sistema di ricerca scientifica odierno, con il plateale conflitto d’interessi degli organi regolatori istituzionali che stilano le linee guida.

Chi deve valutare l’immissione in commercio dei farmaci è salariato per l’80% da chi produce farmaci.”

Articolo completo