Archivi categoria: Senza categoria

FLUORO e ALLUMINIO nell’AUTISMO

Il continuo aumento del disturbo dello spettro autistico (ASD) negli ultimi decenni sta causando un aumento delle preoccupazioni per la salute pubblica e socio-economiche. Un consenso suggerisce il coinvolgimento di fattori genetici e ambientali nell’etiopatogenesi dell’ASD. Il fluoro (F) è raramente riconosciuto tra i fattori di rischio ambientale dell’ASD, poiché gli effetti neurotossici del F non sono generalmente accettati. La nostra recensione mira a fornire prove della neurotossicità del F. Valutiamo il rischio di esposizione cronica al F nell’etiopatologia dell’ASD e studiamo il ruolo della disfunzione metabolica e mitocondriale, dello stress ossidativo e dell’infiammazione, dell’immunoeccitotossicità e della diminuzione dei livelli di melatonina. Questi sintomi sono stati osservati sia dopo l’esposizione cronica a F sia nell’ASD. Inoltre, mostriamo che il F con interazioni sinergiche con il catione metallico libero dell’alluminio (Al3 +) può rafforzare i sintomi patologici dell’ASD. Questo rinforzo ha luogo a concentrazioni diverse volte inferiori rispetto a quando agisce da solo. Un’alta prevalenza di ASD è stata segnalata da paesi con fluorurazione dell’acqua e da aree di fluorosi endemica. Suggeriamo di focalizzare la prevenzione dell’ASD sulla riduzione dell’assunzione di F e Al3 + della vita quotidiana.
Ringraziamo il Dottor Gerardo Rossi per la traduzione

PERCHÉ OBBLIGARE TUTTI?

 
 
È giunto il momento di comprendere che le questioni relative alle politiche di vaccinazione vanno ben oltre il rischio di possibili complicanze dell’influenza o del morbillo. Una politica di obblighi e supervisione globale, associata a un’anormale concentrazione di potere, condotta senza trasparenza o controllo indipendente, con misure di censura e, in definitiva, la possibilità di sperimentare programmi di eugenetica e transumanisti è una situazione altamente allarmante. Un dibattito aperto su demografia, contraccezione o modificazione genetica deve essere possibile, ma la cosa più urgente è salvaguardare i nostri diritti e le nostre libertà fondamentali.
 
Una rassegna di informazioni e fonti
di Senta Depuydt (Per gentile concessione della redazione dell’edizione francese di Nexus Magazine, tratto dal nr. 121)
 

VACCINI, DATI EUROBAROMETRO: BOOM DI DIFFIDENZA SU SICUREZZA PER CAMPAGNE PRO-VACCINAZIONI

Se la gente non si fida dei vaccini forse non è colpa dei social o di pseudoscienziati imbonitori, dei vaccini commercializzati prima della fine delle sperimentazioni o dei media dove troppo presto si ricollegano morti sospette a lotti di particolari case farmaceutiche.
 
La fiducia nei vaccini, secondo il rapporto Eurobarometro di marzo 2019, sembrerebbe essersi incrinata nella popolazione tutta in un anno, il 2018. 
 
Una ricerca presentata all’Università Statale di Milano al convegno “Scienza e Dogmi” 
 
 
Articolo apparso su Doctor33

Criticità sulla sicurezza e l’utilità del vaccino anti HPV (papilloma virus)

Pubblichiamo l’estratto di un articolo dirimente circa la sicurezza ed utilità del vaccino anti HPV.

  • Nel maggio 2018 viene pubblicata una revisione sistematica che sostiene la sostanziale efficacia e sicurezza della vaccinazione anti-HPV per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina.
  • Il 27 luglio 2018, Jørgensen, Gøtzsche e Jefferson pubblicano su BMJ-EBM una stroncatura della revisione sistematica di cui sopra.
  • Il 3 settembre 2018 la risposta da parte di David Tovey e Karla Soares-Weiser nega sostanzialmente gli addebiti.[3]
  • Il 17 settembre arriva la replica di Jørgensen, Gøtzsche e Jefferson che ribadiscono la validità delle critiche, entrando ancora più nei dettagli.

Si tratta di aspetti piuttosto tecnici, ma fondamentali per farsi un’opinione sull’intera vicenda:
1. Omissione dalla revisione di studi randomizzati controllati (RCT) disponibili.
2. La revisione ha definito come placebo sostanze non inerti.
3. La revisione ha usato solo esiti surrogati compositi, non il cancro della cervice uterina.
4. Sono stati revisionati in modo incompleto effetti avversi gravi del vaccino.
5. Sono stati valutati in modo incompleto segnali di sicurezza associati al vaccino.
6. Gli autori della revisione avevano conflitti di interesse e sponsor industriali.
7. La revisione è stata presentata in maniera acritica ai media e al pubblico.