Intervista al Prof. Vittorio Demicheli

Finalmente una voce autorevole e un pensiero compiuto.

Intervista al Professor Vittorio Demicheli, epidemiologo e già vice direttore della sanità piemontese, sarà destinato a contare qualcosa, visto che il Ministro della salute, Giulia Grillo, lo ha chiamato a coordinare il tavolo di esperti sulle politiche vaccinali, lui si come scienziato INDIPENDENTE può parlare vaccini!

 

Vaccino antipertosse:un fallimento!

Di seguito riportiamo i riferimenti di  cinque articoli scientifici in cui si dimostra che il vaccino contro la pertosse è un fallimento.

ALLORA: TROVATELI SU PUBMED E STAMPATELI!

1. Cerry JD: Epidemic Pertussis and Acellular Pertussis Vaccine Failure in the 21st Century. PEDIATRICS Volume 135, number 6, June 2015. Downloaded from www.aappublications.org/news by guest on Augus

2. Cherry JD. Why do pertussis vaccines fail? Pediatrics. 2012;129(5):968–970

3. Cherry JD. Epidemic pertussis in 2012—the resurgence of a vaccine-preventable disease. N Engl J Med. 2012;367(9): 785–787

4. Cherry JD. Pertussis: challenges today and for the future. PLoS Pathog. 2013;9(7):1–3

5. Cherry JD. The present and future control of pertussis. Clin Infect Dis. 2010; 51(6):663–667

 

Italia, prima produttrice di farmaci in UE

IN QUESTI ANNI VI ABBIAMO RACCONTANTO PASSO PER PASSO, GIORNO PER GIORNO, PRIMA ANCORA CHE ALTRI PENSASSERO DI TRASFORMARE IL TUTTO IN LIBRI E/O SPETTACOLI VARI, QUANTO ACCADUTO NEL NOSTRO PAESE, DEI RAPPORTI “MALATI” INTERCORSI TRA I POLITICANTI E BIG PHARMA PER TRASFORMARE L’ITALIA NON SOLO NEL PAESE DELLE SPERIMENTAZIONI FARMACEUTICHE MA ANCHE, CONSEGUENTEMENTE, NEL PAESE PILOTA DELL’INDUSTRIA DEL FARMACO.

PERCHÉ PROPRIO L’ITALIA?

MA È DI TUTTA EVIDENZA!

QUALE PAESE, TRA QUELLI MAGGIORMENTE “EVOLUTI” È UNIVERSALMENTE NOTO A TUTTI PER AVERE:

– UNA CLASSE POLITICA – E QUINDI SIA IL POTERE LEGISLATIVO CHE L’ESECUTIVO – “GENETICAMENTE” PREDISPOSTA ALLA CORRUZIONE;

– UN’ASSOLUTA CARENZA SIA NEL CONCETTO DI CONFLITTI D’INTERESSI SIA NELLA LORO RICERCA, CONDANNA, E PUNIZIONE;

– IL POPOLO TALMENTE ABITUATO A “BUSTARELLE”, RACCOMANDAZIONI ED INTRALLAZZI VARI DA NON FARCI PIÙ NEMMENO CASO, ANZI PER RITENERLE QUASI UNA NECESSITÀ. TANTO POI DA SETTEMBRE A MAGGIO C’È IL CAMPIONATO DI CALCIO È DA GIUGNO AD AGOSTO IL CALCIOMERCATO A RICHIAMARE L’ATTENZIONE!

– GLI STESSI CITTADINI TALMENTE INDAFFARATI A PENSARE A PROBLEMI COME IL LAVORO, LE PENSIONI, ETC. DA NON AVERE NÉ VOGLIA NÉ TEMPO DA DEDICARE ALLE ALTRE PROBLEMATICHE;

– ISTITUZIONI E MINISTERI PIENI DI GENTE “IMBUCATA” , DA SEMPRE LO SPECCHIO DELLA CORRUZIONE;

– UNA CLASSE MEDICA CHE SI DIVIDE IN CORROTTI, IPOCRITI E MEDICI CAPACI INDOTTI AL SILENZIO DALLA MINACCIA DI RADIAZIONI;

– GLI ORGANISMI DI CONTROLLO E QUELLI DI GARANZIA PALESEMENTE VINCOLATI ALLA POLITICA;

– PER AVERE LE PROCURE SEMBRANO “DORMIENTI”;

– PER AVERE UNA GIUSTIZIA SIA CIVILE SIA PENALE SIA AMMINISTRATIVA “INGOLFATA” ED UNA CERTA PROPENSIONE DI CERTI GIUDICI A PRONUNCE “POLITICHE” CHE NULLA HANNO A CHE FARE COL DIRITTO – COME CONSTATATO IN QUESTI ULTIMI MESI – CHE GARANTISCONO QUINDI UNA SORTA DI IMPUNITÀ A CHI NON AGISCE NEL RISPETTO DELLE LEGGI;

– PERSINO LA CORTE COSTITUZIONALE CHE SEMBRA AVER ACCANTONATO IL DIRITTO E CON ESSO IL SUO RUOLO DI CONTROLLO PER LICENZIARE SENTENZE “POLITICHE”!

– I PEGGIORI MEDIA DI QUALUNQUE PAESE, CIVILE E NON. MEDIA DI REGIME, NEI QUALI FINTI DIRETTORI E FINTI GIORNALISTI NON FANNO INCHIESTE MA SI LIMITANO A RIPROPORRE ACRITICAMENTE LE NOTIZIE DELLE AGENZIE DI STAMPA ED A FARE DA CASSA DI RISONANZA AL POTERE POLITICO ED ALLE LOBBIES.
MEDIA LE QUOTE AZIONARIE DEI QUALI SONO NELLE MANI DELLE PREDETTE LOBBIES.

IN TALE CONTESTO, IN TALE HUMUS, LA SCELTA DELL’ITALIA, COME SI SUOL DIRE, È VENUTA DA SÉ!

NEI MESI SCORSI AVEVAMO GIÀ PUBBLICATO ARTICOLI E STUDI CHE CONFERMAVANO QUANTO DA NOI SEMPRE SOSTENUTO A DISPETTO DEI CAZZARI DELLA DISINFORMAZIONE, OVVERO COME I VACCINI NON SOLO SIANO IN BUSINESS MA PER IL FUTURO SIANO CONSIDERATI “IL BUSINESS” PER ECCELLENZA NEL QUALE INVESTIRE PER BIG PHARMA.

OGGI CI CONFERMANO INVECE CHE NELLA SUA RINCORSA A TRASFORMARSI IN UNA DITTATURA MEDICO/FARMACOLOGICA, L’ITALIA HA SCALZATO PERSINO LA GERMANIA DAL PRIMO POSTO NELLE PRODUZIONE DI FARMACI.

ALMENO IN QUESTO – SOLO IN QUESTO – RENZI, LORENZI E LORO SODALI HANNO AVUTO “SUCCESSO”!

COSA ACCADRÀ ORA?

IL NUOVO GOVERNO SARÀ IN GRADO/VORRÀ ROMPERE COL PASSATO?

I PRIMI ATTI NON SEMBRANO ANDARE IN QUESRA DIREZIONE; ATTENDIAMO FIDUCIOSI…MA NON TROPPO.

LIBERTÀ!!!

AURET, il presidente
Avv. Roberto Mastalia

Scalzata la Germania grazie a una produzione di 31,2 miliardi di euro

 

Conflitti di interesse, uno studio della FDA americana

Oltre la metà dei consulenti indipendenti, che hanno il compito di rivedere e valutare i farmaci per la Food and drug administration (Fda), l’agenzia Usa che regola i farmaci, ricevono finanziamenti dalle aziende che dovrebbero controllare. E questo nonostante le rigide regole sul conflitto di interesse stilate dalla stessa agenzia. A denunciarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Science.

Science investigation of journal disclosures and pharmaceutical funding records shows potential influence on physician gatekeepers

 

Aumentano le segnalazioni di reazioni avverse ai vaccini

NONOSTANTE IL BOICOTTAGGIO, CONTINUANO AD AUMENTARE LE SEGNALAZIONI DI SOSPETTA REAZIONE AVVERSA AI VACCINI.

EPPURE, NON SONO NEMMENO LA PUNTA DELL’ICEBERG!

NATURALMENTE, INFARCITE DI UNA SERIE DI PANZANE ANCHE IN ORDINE ALLA LORO GRAVITÀ.

VERITÀ, GIUSTIZIA E….

LIBERTÀ!!!
http://www.aifa.gov.it/…/rapporto-sulla-sorveglianza-postma…

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=63723

Nel rapporto Aifa 2017 sono state inserite in totale, anche 10 segnalazioni di sospetta reazione avversa con esito fatale, di cui 3 casi riferiti a eventi verificatisi in anni precedenti (rispettivamente, 2001, 2015 e 2016) e 1 caso riferito a un evento verificatosi in data non nota.

Aifa precisa che “per la valutazione del nesso di causalità è stato utilizzato l’algoritmo specifico per i vaccini proposto dall’OMS. Per 8 segnalazioni su 10 è stata esclusa la relazione dell’evento fatale segnalato con la vaccinazione (“non correlabile”), sulle rimanenti 2 il nesso di causalità risulta “indeterminato””.

Di seguito, è riportata la descrizione dei casi fatali inseriti in RNF nel corso del 2017 (riportati in ordine di inserimento)…….

http://www.quotidianosanita.it/m/scienza-e-fa…/articolo.php…